Le proposte fatte finora dai cittadini alle domande nella sezione “Proposte dei Cittadini”

proposte dei cittadini parma

Queste sono le proposte fatte dai cittadini fino al 25 settembre 2013 alle domande aperte che si trovano nella sezione Proposte dei Cittadini. Ogni paragrafo è stato scritto da una persona diversa.

Tutti coloro sono iscritti al sito del Comune di Parma, possono continuare ad inserire le loro proposte alle tematiche proposte cliccando qui sotto

invia-proposta

1) Come favorire l’informazione diffusa riguardo alle attività del decentramento.
Quali canali utilizzare?

1) PUBBLICAZIONE SU MASS MEDIA CITTADINI 2) BACHECA IN LUOGHI E LOCALI PUBBLICI 3) ON LINE SU SITO COMUNE, M5S E ASSOCIAZIONI 4) EVENTI PUBBLICI

Giornale locale (Gazzetta di Parma), TV locale, Internet (sito del comune, newsletter, sito M5S Parma, Twitter Sindaco, ecc..)

all’inizio tutti i canali possibili: web, media, info point dedicati nei quartieri, lungo strade di ampio passaggio. Successivamente, in base ai dati raccolti, si possono individuare i canali più seguiti.

Newsletter comune, rubriche su quotidiani, sito web comune

Oltre ai canali classici (tv giornali mailing cartellonistica), attraverso l’organizzazione di feste con il tema della partecipazione.

Proporrei di fissare degli incontri a scadenza fissa in ogni quartiere (ad esempio 1 volta al mese). Inoltre tramite mailing a tutte le famiglie e, ove possibile, via email.

qualsiasi canale: internet, quotidiani radio e tv locali, affissioni presso scuole, chiese, università, negozi, mezzi pubblici(per esempio con dei filmati a ripetizione dove vengano riassunte le attività, in genere la durata di una corsa è sufficiente)

Per favorire l’informazione diffusa nei quartieri possono bastare affissioni di cartellonistica indicando per esempio il programma di lavori che si vogliono fare nel singolo quartiere con aggiornamento settimanale del cartellone per conoscere il consuntivo della settimana precedente e il programma di quella successiva.

Si potrebbe favorire l’informazione tramite le mass media, come ad esempio Tv Parma, Gazzetta di Parma, radio e siti web.

Manifesti murali, interviste e comunicati su stampa locale, internet, talk show televisivi locali

Utilizzare dei gazebo

2) Come incentivare la partecipazione delle fasce più deboli, dei giovani, degli immigrati?

PER INIZIARE PARE LA SOLUZIONE PIU’ INDICATA TENENDO CONTO DELLE NUMEROSE PROBLEMATICHE E DISPONENDO FORUM PER ARGOMENTI PRESI DALLE PRIORITA’ CHE EMERGONO NEI CONSIGLI E NEI LABORATORI DEI CITTADINI

Sì, un forum nuovo, bello, semplice, accessibile a tutti ma ordinato e moderato.

si

Creare un forum sarebbe bello, ma servirebbe qualcuno superpartes per gestire i vari interventi. Utilizzo forums e social networks da anni, ma si corre il rischio che ci siano personaggi poco graditi e che creano solo confusione. Meglio allora informazione capillare tramite scuole ed associazioni sia sportive che culturali.

informando:vedi sopra

Per i giovani può essere sufficiente un portale come questo con domande e risposte inerenti i bisogni più sentiti dalla cittadinanza e con l’inserimento di proposte.

b) Incontri ad hoc nei luoghi dove queste fasce di popolazione si incontrano?

senza dubbio

Forse questa è la cosa migliore.

informando:vedi sopra , il passaparola poi diventa il mezzo più efficace

Per anziani e immigrati può essere necessario la programmazione di incontri all’interno di associazioni o luoghi di ritrovo più in generale

E meglio organizzare incontri nei luoghi dove queste fasce di popolazione si incontrano. Ad esempio: squole, universita’, forma futuro, centri d’impiego…

3) Quali proposte perché la voce dei cittadini venga davvero ascoltata?

OTTIMA INIZIATIVA MIRATA A FAR PARTECIPARE I DIRETTI INTERESSATI PER TERRITORIO SULLE OPERE DA ESEGUIRE ANNO PER ANNO

Con vincolo da parte dell’amministrazione di attuare le decisioni dei cittadini.

Sul percorso segnato dalle riunioni di quartiere si programmano incontri in cui si accettano proposte di spesa nell’ambito del quartiere e di tutta la città. Dopo la presa in carico delle proposte si portano ai voti della riunione e attraverso un sondaggio web della città per classificare le proposte in base alla priorità che la cittadinanza sente delle singole proposte

b) Referendum propositivi ?

QUANDO NECESSITA UNA RISPOSTA RAPIDA ALLE VARIE IPOTESI DI INTERVENTO

Sarebbero importanti. Importantissimo però dovrebbe essere che poi il consiglio comunali ascolti e valuti davvero le proposte ritenendole proposte da chi li ha votati quindi da ascoltare con attenzione e nel limite del possibile da assecondare.

Con vincolo da parte dell’amministrazione di attuare le decisioni dei cittadini.

I referendum propositivi possono essere attivati solo nell’ambito di tutta la città (in quanto ipotizzo che mettere su un referendum possa essere più costoso di quanto non lo possa essere un bilancio partecipativo messo a sistema) per tali motivi ipotizzo ce ne possano essere 1 0 2 all’anno

Perche’ nel caso di Bilancio partecipativo, vengono coinvolte solo un numero ristretto di cittadini. Organizzando dei Referendum propositivi, si coinvolgono piu’ cittadini con diverse culture, interessi e verra incentivata la partecipazione delle fasce più deboli, dei giovani, degli immigrati.

4) In quali luoghi organizzare la partecipazione?

IN CASO DI ASSEMBLEA PLENARIA DI TUTTI I CONSIGLI CITTADINI E PER APPROFONDIMENTI DI CARATTERE TECNICO SULLE PROPOSTE PRESENTATE DALL’ AMMINISTRAZIONE

Le sedie dall’Amministrazione sono piu adatte.

1) IN CASO DI NECESSITA’ SU PROBLEMATICHE ORIZZONTALI LEGATE A SPECICHE ATTIVITA’ DELLE ASSOCIAZIONI STESSE E SU PORO RICHIESTA O DEI LORO UTENTI 2) IN CASO DI CONCESSIONE A TITOLO VOLONTARIO DEI LORO SPAZI ANCHE PER PROBLEMATICHE DIVERSE

LE SEDI DEGLI EX CONSIGLI DI QUARTIERE, SE ANCORA DISPONIBILI

a seconda dei quartieri, si dovranno utilizzare una o più sedi dell’amministrazione o di associazioni poco importa.

Un pensiero su “Le proposte fatte finora dai cittadini alle domande nella sezione “Proposte dei Cittadini”

  1. Gianfranco

    Ottima iniziativa ed ottimi i suggerimenti per la buona riuscita.

    Secondo l’art.3 della Costituzione:

    “E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli …….che impediscono ………. l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

    Gli amministratori pubblici sono nostri dipendenti.

    (Peccato che risiedo a Lerici)

    Ciao e buona attività a tutti voi

    Replica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>